Allattamento al seno: qualcuno aveva ancora dei dubbi? Stampa
Martedì 20 Maggio 2008 21:43

Alzi la mano chi crede ancora che dare il biberon con il latte artificiale sia la stessa cosa che dare il seno.
Potremmo dire: certo, noi generazione anni 70 (la mia nella fattispecie) siamo cresciuti pur bene lo stesso senza il latte materno! Allattare poi è una gran fatica, devi essere sempre stazionata sul divano con le t@@@e al vento, sei sempre legata al piccolo, non ti puoi muovere, poi quello si vizia, poi mi cadono i capelli, poi non posso fare la dieta, poi non lo posso lasciare a nessuno, poi ... chi più ne ha più ne metta e poi pubblicheremo il famoso stupidario delle controindicazioni sul latte materno.

Comunque da ora in poi vi annuncio: a chiunque vi farà credere che anche un biberon va bene lo stesso, potrete rispondere a suon dell'ennesima evidenza scientifica che non è vero.
Si potrebbe affermare anche che dare latte materno nelle società civili non è più una questione di vita o di morte del bambino. Il latte materno è essenziale nei paesi poveri, ma noi, popoli civilizzati, calcolando costi e benefici possiamo dare anche il latte artificiale.
Ma che ne direste se vi dicessero che se allattate il vostro bimbo al seno, egli o ella crescerà più intelligente?
Proprio così. C'è anche da dire che questo era già noto da tempo, però i risultati di questa ricerca lo hanno confermato: gli allattati al seno hanno migliori test di intelligenza e vanno meglio a scuola nella lettura e nella scrittura. La ricerca si è svolta in Bielorussia e la cosa che mi piace dire è che sono stati coinvolti nella ricerca per 6 anni e mezzo 17046 bambini sani allattati al seno. Non avete letto male, non millesettecento, ma diciassettemila.
I risultati, basati sul più grande esperimento scientifico randomizzato mai condotto finora nell'area della lattazione umana, danno evidenza scientifica che l'allattamento al seno esclusivo e prolungato migliora lo sviluppo cognitivo dei bambini.

Sono convinta che una componente essenziale assolutamente benefica dell'allattamento al seno sia quella relazionale ed emotiva che si crea tra mamma e bimbo. I risultati sul QI sono secondo me in gran parte dovuti a questo aspetto, oltre che al contenuto del LM. La relazione che si instaura è diversa rispetto all'allattamento artificiale, io credo che i bimbi allattati al seno siano più attaccati alla loro mamma nel primo periodo della loro vita e che questa relazione di contatto pelle a pelle, sguardi, vicinanza, odori, sapori assolutamente esclusiva dell'allattamento al seno e non della somministrazione del biberon li renda più aperti verso il mondo e successivamente più "intelligenti" dei loro colleghi allattati a latte artificale meno fortunati.


Riferimenti: Arch Gen Psychiatry. 2008;65(5):578-584
Tongue outLaughing

Commenti
Nuovo
Commenta
Nome:
Email:
 
Website:
Titolo:
 
Please input the anti-spam code that you can read in the image.

3.26 Copyright (C) 2008 Compojoom.com / Copyright (C) 2007 Alain Georgette / Copyright (C) 2006 Frantisek Hliva. All rights reserved."

LAST_UPDATED2