Ecomamme sotto inchiesta PDF Stampa E-mail
Giovedì 23 Ottobre 2008 12:50

E' la notizia che sta girando in tutti i forum di mamme in questi giorni: le ecomamme appaiono finalmente in tv nella trasmissione di Daria Bignardi, "Le invasioni barbariche" su La7.

Che l'intento fosse di fare un po' di provocazione era già chiaro dall'inizio: alcuni mesi fa il giornalista delle invasioni barbariche si aggirava nei forum di mamme cercando disperatamente le ecomamme più toste da intervistare, non sicuramente quelle che al supermercato comprano la cocacola o vanno al macdonald's a prendere l'happy meal per avere la spada di star wars in omaggio.

Macchè! Mamme toste, fuori dalle righe, che partoriscono in casa, che allattano fino a tre anni e qualcuna anche oltre, che la tv l'hanno buttata dalla finestra, che non usano il cellulare, che sono vegatariane o mangiano bio, che lavano i pannolini o peggio ancora che non li mettono...  La parola giusta delle "marziane" o delle integraliste.

Che il programma non sia riuscito a mettere in cattiva luce le povere ecomamme mi sembra ovvio, le nostre mammine se la sono cavata benissimo. Le intervistate sono Francesca, autrice del manuale dei pannolini lavabili, di Mondo Nuovo, un luogo dove si discute di tematiche a sfondo etico ed ecologico e Paola, autrice di "Tutte mamme hanno il latte" e "Allattare un gesto d'amore", consulente professionale in allattamento e docente dei corsi MIPA (Movimento Italiano parto attivo).

Nella puntata erano anche presenti Paola Maugeri, ex vee jay, testimonial di Mhug, che allatta il figlio di 14 mesi, usa i pannolini di mais e fa Elimination Communication; Cristina Gabetti, autrice di "Tentativi di ecocondotta, per nuovi stili di vita" che ha stupito tutti parlando di affezione al brand, Paola Vitali che ha fatto un'orrenda figura dicendo che non si dovrebbe essere eco perchè eco è chick e ha fatto passare da milionaria Paola Negri perchè vive nelle colline toscane lontane dallo smog.

Non credo le ecomamme debbano per forza seguire degli standard, credo invece che seguire dei comportamenti ecologici giovi al bambino così come giova al pianeta. Tra le ecomamme ci sono coloro che adottano solo alcuni dei comportamenti definiti ecologici perchè lo ritengno consono con il loro stile di vita, ma non ne fanno una bandiera o un modo per distinguersi ed isolarsi.

Personalmente credo che uno stile di vita ecocompatibile sia del tutto conciliabile con il fatto di essere genitori, e anzi sia un dovere di ogni geniotre chiedersi se ogni singola azione sia in linea con il rispetto dell'ambiente e con il modo in cui lasceremo questo mondo ai nostri figli e alle generazioni che seguiranno.

Vi lascio in visione la puntata:

Commenti
Nuovo
Commenta
Nome:
Email:
 
Website:
Titolo:
 
Please input the anti-spam code that you can read in the image.

3.26 Copyright (C) 2008 Compojoom.com / Copyright (C) 2007 Alain Georgette / Copyright (C) 2006 Frantisek Hliva. All rights reserved."

LAST_UPDATED2